Archive for the ‘SEO – Ottimizzazione’ category

Intervista su Social SEO

November 9th, 2011

Giorgio Fontana pubblica oggi una mia intervista su Social SEO, come parte di una sua rubrica di interviste e approfondimenti molto nutrita.

Il file dell’intervista

Qui trovate l’intervista: http://www.socialmediaitalia.com/?p=2005

Le altre informazioni

In calce alla pagina tutti i link agli articoli articoli e alle altre interviste, lettura interessante :-)

Articolo scritto da Marco Fontebasso

La Google Sandbox… o almeno ci assomiglia…

July 5th, 2010

Google Sandbox è una delle maggiori controversie della storia del SEO. Per Google non esiste ma centinaia se non migliaia di webmaster e web marketer hanno sperimentato questo fenomeno sulla loro pelle.

Dato che ufficialmente non esiste, mi sembrava interessante condividere con i lettori un  bell’esempio di questo fenomeno in pratica!

Quello che vedete qui sopra è lo screenshot da Google Analytics di un sito che abbiamo recentemente lanciato; potete notare il classico “andamento a tazza” tipico del fenomeno. Inizialmente entrano varie pagine nell’indice dando un “boost” di traffico al sito, dopo poco il numero di pagine indicizzate scende e con queste anche il traffico rilevato.

Vi segnalo anche un bell’articolo, addirittura del 2005 sull’argomento su SearchEngineGuide.com

Niente più “golden triangle” nelle SERP di Google?

June 18th, 2010

Da quando Google ha introdotto sulle sue SERP il concetto di Universal Search, ovvero una SERP con un mix di risultati tra Local, Web, Immagini, Video etc.  è cambiato il modo in cui la presentazione dei Link e dei contenuti guida l’attenzione degli utenti, oltre che la rilevanza relativa di un certo tipo di ranking per una keywords.

(fonte dell’immagine ricerca Enquiro)

Ne derivano un paio di considerazioni interessanti, la prima è che è meglio essere il primo Video o uno dei top risultati Local che essere dalla 7° posizione in giù per i risultati Web, in quanto questi contenuti “non web” ricavano dal nuovo lay-out della SERP una maggiore visibilità; dunque se la nostra keywords non ha eccessiva competizione su Youtube e Google Video, per esempio, o nell’ambito local, può essere più conveniente rincorrere un posizionamento su un altro “motore” (video o local per restare all’esempio precedente), piuttosto che combattere per migliorare il nostro ranking di 1° pagina nella parte “Web”.

Un’altra considerazione è che questi nuovi contenuti cambiano il movimento dell’attenzione degli occhi dell’utente all’interno della SERP medesima creando un punto focale più in basso rispetto alla 1° posizione classica; sembrerebbe così diminuire il “premium” di clic intercettato dalla prima posizione rispetto al resto della 1° pagina, bilanciando l’effetto dell’aggiunta di un contenuto non Web e distribuendo in modo più “democratico” il numero di clic sui risultati.

Tempo fa, ho infatti trovato un interessante articolo su come stimare il traffico SEO da una determinata parola chiave, sulla base di una serie di analisi sul CTR di diverse SERP, su un blog SEO inglese.

I took all the information above on board and thought if Google webmaster tools now gives click through rate by position and at Just Search we have a large client base I thought I’d go through the long winded task of downloading this information across around 100 clients to see what it detailed.

In total I compiled a list of 2710 keywords ranked in positions 1-10 in Google and added the details to an excel sheet, showing:

  • Query
  • Impressions
  • Clicks
  • CTR
  • Avg. position

I then used a pivot table to be able to extract what the average click through rate on Google was based on search Position. This gives some quite useful data, it’s not 100% accurate and will only give an incite into organic CTR as the figures are from broad from a number of clients and the click through rate is based on Google’s export of average position.

Vi consiglio la lettura dell’articolo, in attesa di poter creare delle nuove statistiche sulla base delle considerazioni sulla “Universal Search”.

Presentazione da Webbit 2004 aggiornata con audio intervento originale

November 30th, 2009

A suo tempo Webbit che era una manifestazione decisamente interessante (ora incorporata in Smau) metteva a disposizione oltre che i PDF delle slide anche gli MP3 degli interventi dei relatori.

Ho ritrovato l’audio del mio intervento collegato ad una presentazione che avevo messo su Slideshare da tempo, e ho pensato quindi di riproporla con anche l’intervento effettivamente fatto a voce.

Spero mi perdonerete per il fatto che lavorando all’epoca in SEMS, faccio alcuni riferimenti a quell’azienda, mentre le slide sono caricate in grafica Biquadra (che era la titolare del profilo Slideshare quando l’ho creato alcuni anni fa).

Regole per il successo nel search marketing – N.3

June 21st, 2007

3. Assicurarsi che il sito sia “Search Engine Friendly”

Assicurarsi che il sito sia “Search Engine Friendly”, ovvero non ostacoli il lavoro degli spider dei motori di ricerca nello scandagliare il web, con elementi quali URL troppo complesse o lunghe, cookies obbligatori o ID di sessione, uso eccessivo di flash, menù dinamici in javascript è fondamentale per quanto meno garantirsi una presenza nell’indice e una corretta digestione del proprio sito.

Spesso alcune scelte che possono creare grossi problemi sono implementate solo per comodità, oppure per abitudine, con scelte di programmazione “pigre”, oppure perché i vincoli e i requisiti dei sistemi in ottica web marketing non sono stati esplicitati per tempo o con sufficiente chiarezza, oppure con vigore sufficiente a far capire l’importanza del tema ad un dipartimento IT che magari non ha nessuna visione delle strategie di marketing dell’impresa.

Ad ex. il 99% degli ID di sessione obbligatori che ho visto negli anni implementati sono in realtà “inutili” rispetto alla realtà dell’architettura portata in produzione.

Indispensabile è anche porre particolare cura alle scelte di base e non farsi tentare da soluzioni “gradevoli” esteticamente ma poco valide dal punto di vista del posizionamento, in modo da iniziare con il piede giusto.

Il problema dell’ottimizzazione dei siti per i motori di ricerca, e per Google, nasce dalla potenziale dicotomia fra l’efficacia di un sito per la comunicazione e per i motori di ricerca. I motori possono penalizzare infatti, a livelli diversi, e per diverse motivazioni, alcune soluzioni tecniche (alcune piuttosto comuni) che è possibile adottare nello sviluppo di siti web, siano essi statici oppure dinamici, ad esempio:

* sistemi di content management,
* animazioni flash,
* elementi dinamici inseriti medianti script,
* menù javascript etc.

» Read more: Regole per il successo nel search marketing – N.3

SES Milano 2007 – 3

April 30th, 2007

Come già accennato settimana scorsa in questo post con Biquadra saremo presenti al SES di quest’anno con uno stand.

Come la maggior parte dei lettori sapranno il SES (ovvero Search Engine Strategies) è il più famoso evento/convegno al mondo dedicato al mondo del search marketing; nato come un roadshow da un progetto di Danny Sullivan è diventato il principale punto d’incontro della search industry.

Costituisce un fondamentale momento di aggiornamento professionale, di confronto con clienti, concorrenti, partner e fornitori, e per la mia esperienza di frequentatore delle edizioni internazionali, qualche idea valida, o best practice, capita sempre.

Siamo felici pertanto di poter incontrare i nostri clienti, partner e fornitori all’evento, così come di condividere il coupon per avere uno sconto sul ticket per partecipare alla sessioni.

Mi troverete anche relatore a due sessioni:

  • Realizzare creatività efficaci
  • Acquistare la pubblicità sui motori di ricerca

Maggiori dettagli sulle sessioni li trovate in questo post precedente.

Invito tutti ad approfittare del blog per:

Segnala questo articoloDigg It! | OKNotizie

SES Milano 2007 – 2

April 20th, 2007

Quest’anno Biquadra, l’azienda di cui sono amministratore delegato, sarà espositore al Search Engine Strategies di Milano, con un proprio stand, presso il quale i visitatori potranno ritirare i white paper e le ricerche messe a disposizione da Biquadra ai propri clienti e prospect.

Personalmente interverrò poi a due sessioni nella prima giornata, Martedì 29 Maggio:

Sessioni avanzate

Realizzare creatività efficaci
Ricevere click dai risultati sponsorizzati può essere una sfida. Bisogna spingere l’utente al click through facendo in modo che la creatività sia adeguata agli standard degli motori di ricerca prestando attenzione a cosa si scrive ed anche alla punteggiatura. Occorre inoltre puntare al GIUSTO tipo di click: se si scelgono le parole sbagliate arriverà sul sito l’audience sbagliata, spendendo i soldi senza speranza di conversioni. Questa sessione illustra le modalità per ricevere le visite più efficaci.

Moderatore:
* Luca Conti, Motoricerca.net

Speakers:
* Marco Fontebasso, Biquadra
* Raffaele Galano, SEM Director, Ad Maiora

Sessione fondamentali

Acquistare la pubblicità sui motori di ricerca
Il posizionamento a pagamento è una forma di pubblicità sui motori di ricerca che fornisce visibilità in testa ai risultati in cambio di un pagamento. Tutti i principali motori di ricerca offrono un servizio di posizionamento a pagamento. Questa sessione, pensata per i meno esperti, illustra le opportunità disponibili per gli inserzionisti e alcuni suggerimenti su come operare al meglio.

Moderatore:
* Luca Conti, Motoricerca.net

Speakers:
* Marco Fontebasso, Biquadra
* Silvio Camilli, Media Planner Supervisor, Advance
* Pierpaolo Zollo, Search and Commerce Head of Sales, Yahoo!

Nel frattempo vi ricordo che se volete segnalarmi qualche argomento o comunque qualche spunto da portare in sala in una delle due sessioni, potete farlo compilando il form qui.

Vi segnalo anche che ho pubblicato su SlideShare le presentazioni dell’anno scorso:

Segnala questo articoloDigg It! | OKNotizie

Matt Cutts e la terminologia di Google

February 28th, 2007

Ancora dalla serie Matt Cutts risponde, un nuovo contributo.

Un po’ di informazioni sull’update dell’indice, la fine delle Google Dance, i data refresh del PR, dei link-back e dell’algoritmo.

Google questions: What’s the difference between

  • an index update
  • an algorithm update
  • a data refresh?

SEO white hat o SEO buonista?

February 27th, 2007

Mi sono appassionato al tema di un post di Nicola Riva, e soprattutto ai commenti che ha ricevuto, anche ad un anonimo che è comparso e che Nicola ha, probabilmente giustamente, cancellato (per pura fortuna l’ho beccato on-line, stavo vedendo se qualcuno aveva commentato dopo di me).

Nicola lamenta giustamente di essersi trovato a lavorare su un sito dopo un lavoro di “bassa lega”; temo che a chi gira nel settore da un po’ di anni sarà capitato lo stesso, magari anche con siti bannati, con il necessario rito della supplica di re-inclusion request alla grande G.

Nel commento “anonimo” si evidenziava come anche rinomate società come Madri insegnino nei loro corsi tecniche non proprio White Hat:

> Doorways e Welcome Pages: cosa sono, come funzionano e a cosa servono.
> Come, quando e perche’ utilizzarle per migliorare il posizionamento del
> proprio sito: esempi e dimostrazioni pratiche.

» Read more: SEO white hat o SEO buonista?

Gli aggiornamenti dell’indice di Google

February 23rd, 2007

Proseguo nello “sfruttare” gli interventi di Matt Cutts per approfondire alcuni punti interessanti. Matt è stato tra l’altro settimana scorsa KeyNoter del secondo giorno del SES di Londra. Personalmente trovo che il suo modo di rapportarsi con il settore sia molto positivo, e che la sua autorevolezza sia importante nel gestire anche le domande alle quali in realtà non può rispondere al 100%.

In questo video parla della terminologia relativa al PageRank ed al suo aggiornamento, al refreshing dell’indice (ed al fenomeno di Google Dance, ormai “passato di moda…).

Matt Cutts answers Google questions.
What’s the difference between:

  • an index update,
  • an algorithm update,
  • a data refresh?

Anche a Londra gli è stato chiesto del fenomeno “Google Dance”, dandogli così l’opportunità di parlare ancora una volta della nuova routine di aggiornamento costante.